Rilievi e valutazione dell'esposizione al rumore

Il D. Lgs. n. 81/2008, Titolo VIII, capo II prescrive specifiche metodiche di individuazione e valutazione dei rischi associati all'esposizione a rumore.

Il Datore di lavoro ha l’obbligo di procedere alla valutazione dell’esposizione dei lavoratori al rumore durante il lavoro e nel caso si ritenga che possano essere superati i valori inferiori di azione (80 dB(A)) deve provvedere a misurare i livelli di rumore e riportare i risultati all’interno del documento di valutazione dei rischi.

 Ingenio è in grado di supportare il datore di lavoro attraverso:

  1. Identificazione dei lavoratori esposti tramite analisi dettagliata del ciclo di lavoro
  2. Identificazione dei punti di misurazione necessari ai fini della valutazione
  3. Identificazione dei tempi di esposizione giornalieri e/o settimanali funzionalmente alla specifica attività lavorativa
  4. Rilievi strumentali: Le misurazioni per la valutazione dell’esposizione a rumore saranno effettuate con strumenti di gruppo 1 IEC 651/79 o IEC 804/85 tarati annualmente presso uno centri adeguatamente dotati di certificato di taratura.
  5. Redazione di relazione tecnica: Al termine dell’attività di rilievo, sulla base delle informazioni raccolte durante la fase preliminare, saranno elaborati i dati ai sensi del CAPO II – protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione al rumore durante il lavoro, anche tenendo conto delle imprecisioni delle misurazioni, con presentazione, nell’ambito di quanto previsto dall’articolo 181 D.Lgs. 81/2008, dei risultati sotto forma di relazione tecnica e del foglio degli aggiornamenti necessario a mantenere aggiornata la valutazione del rischio, in funzione di eventuali variazioni al personale addetto.